Primo sermone per la Pentecoste *
Johannes Tauler

 

1. Furono tutti pieni di Spirito santo e cominciarono a parlare delle grandi opere di Dio. Care figlie, oggi è l’amabile giorno in cui ci è stato reso il nobile, prezioso tesoro che con tanto danno era stato per­duto nel paradiso a causa del peccato e particolarmente della disobbe­dienza. Tutto il genere umano era caduto nella morte eterna, lo Spirito santo che è consolatore era stato completamente perduto con tutti i suoi doni e la sua consolazione, e tutti gli uomini erano incorsi nella collera eterna di Dio e nelle catene della morte eterna. Queste catene le spezzò il nostro amabile Signore Gesù Cristo nel Venerdì santo, quan­do si lasciò catturare e legare, e morì sulla croce. Allora egli compì la completa riconciliazione tra l’uomo e il suo Padre celeste. Oggi, nel giorno di Pentecoste, è stata confermata tale riconciliazione ed è stato ridonato il nobile, prezioso tesoro che era stato completamente perdu­to: l’amabile Spirito santo, alla cui ricchezza e amore, e alla pienezza che è in esso, non potevano giungere tutti i cuori e tutte le intelligenze.

* Sermone 25 di Johannes Tauler (cf. I Mistici Renani, a cura di M.-A. Van­nier, Jaca Book, Milano, 2013).

 

0

Your Cart